Gufetto portfartuna creato con cannucce di carta

 

gufetto portafortuna cannucce di carta
Con questo tutorial fotografico vi mostro come realizzare un gufetto con cannucce di carta.

Occorrente il tutorial

  • 1 quotidiano
  • 1 bastoncino per spiedini
  • Colla vinavil
  • 2 colori acrilici ( 1 chiaro e 1 scuro )
  • 2 pennelli ( 1 grande e 1 piccolo )
  • Forbici
  • Pistola colla a caldo
  • Nastro alto 1 cm e lungo 20 cm
  • 2 perle colorate o nere

Procedimento

imageTagliare il quotidiano a metà e a sua volta ogni metà in tre parti uguali; con l’aiuto del bastoncino per spiedini arrotolare obliquamente una striscia di giornale e in fase finale applicare con l’aiuto del pennello un goccio di colla; le cannucce di carta devono risultare con un’estremità più piccola e un’ estremità più larga per facilitare l’assemblaggio fra loro.

Colorare le cannucce di carta unendo il colore scelto con colla vinilica e acqua in quantità più o meno uguali, colorare in minor quantità le cannucce del colore più scuro.

image (2)Formiamo il corpo arrotolando le cannucce di carta del colore chiaro e incollarle al lavoro a mano che si arrotola formando un cerchio del diametro che si desidera

Creiamo gli occhi incollando la perla alla cannuccia di carta di colore scuro con la colla a caldo e arrotoliamo fino a un diametro che sia la metà del corpo meno 2 cm. Si prosegue con la cannuccia di carta di colore chiaro per fare un bordino di un 1 cm cosicché si raggiunge la metà del diametro del corpo.

image (3)Il naso si forma dando forma triangolare ad una cannuccia di carta, mentre per le ali si deve piegare una cannuccia di carta di colore chiaro a metà. I piedini vengono realizzati piegando e a metà 8 cm di cannuccia di carta di colore scuro e incollare un pezzo di 4 cm nel mezzo. Per la creazione della coda piegare 2 cannucce di carta del colore e incollarle fra loro nella piegatura. Il sopracciglio viene realizzato piegando una cannuccia di carta chiara a metà e tagliare ciascuna parte di 4 cm.

Assemblaggio del gufetto

image (4)Unire gli occhi fra loro e poi al corpo con colla a caldo, la coda e poi i piedini.Incollare le ali a un’altra cannuccia di carta e a sua volta incollarla tra il corpo e gli occhi fare il giro modellando il contorno occhi e ripetere la stessa cosa per l’altra ala.
Nel retro della metà degli occhi incollare il nastro. Il vostro gufetto portafortuna realizzato con cannucce di carta e’ pronto.

 

L’ arte del riciclo: le cannucce di carta e i suoi intrecci

Le cannucce di carta sono realizzate con giornali ormai già letti, volantini pubblicitari ecc. e quindi destinati al macero, per questo fanno parte dell’arte del riciclo: si riutilizza qualcosa che in apparenza non serve più e contemporaneamente si realizzano oggetti straordinari e unici nel loro genere.

Le cannucce di carta uniscono l’ecologia alla creatività.

Intrecciando le cannucce di carta si dà forma a tutti gli oggetti che la tua fantasia possa immaginare, inoltre si possono associare altre tecniche, come uncinetto per esempio, per decorare  o rendere unico l’oggetto realizzato.

Artista: Rosaria Libertà

Mi chiamo Rosaria, vivo in provincia di Bergamo e mi è sempre piaciuto sperimentare hobby s che dessero spazio alla mia creativa’. So’ lavorare l’uncinetto con varie tecniche, lavorare coi ferri/ maglia, cucire, ricamare, realizzare oggetti col chiacchierino ad ago, bijoux ed infine questa delle cannucce di carta ….ho sempre seguito un consiglio dei miei genitori: impara l’arte e mettila da parte… Ecco io ho seguito questo consiglio, ovviamente ho imparato le varie tecniche perché mi fanno sentire realizzata. Gli intrecci con le cannucce di carta, oltre a farmi creare oggetti, mi da’ la possibilità di utilizzare nel decoro di essi le altre tecniche acquisite negli anni, quindi a non rinunciare ad un hobby rispetto ad un altro e rendere le mie creazioni uniche ed originali.

Per qualsiasi informazione potete contattarmi su Facebook, oppure sulla mia mail (rosaria.liberta@gmail.com)

Le creazioni di Rosaria Libertà

Potrebbe interessarti anche:

Un Commento:

  1. Melina Capezzuto

    bellissimi,complimenti.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *