Tutto sugli stampi per il fimo

 

Gli stampi per il fimo sono l’ideale per chi e’ alle prime armi con l’utilizzo del fimo. Sono flessibili, ma molto resistenti, quindi risulta piuttosto semplice l’estrazione dell’oggetto. Sono perfetti per tutte le paste modellabili: pasta di mais, pasta di sale, cera, sapone e paste che asciugano all’aria. Gli stampi per il fimo possono anche essere fatti in casa. Di seguito scopriremo tutto su questi stampini.

Dove acquistare gli stampi per il fimo

Questi stampi sono acquistabili online su diversi siti (per esempio su e-Bay, Amazon, Scrappappero Shop, ecc…). Gli stampini in commercio sono a base di silicone e non possono essere rimodellati dopo l’uso. L’utilizzo degli stampini è molto semplice: basta inserire il fimo modellato, facendolo aderire bene allo stampo, ed estrarlo con un oggetto appuntito (per esempio uno stecchino).

Creare in casa gli stampini con la pasta Oyumaru

Gli stampi per il fimo possono essere creati anche in casa, con l’utilizzo di paste simili al silicone come la pasta oyumaru. Questa è una pasta rimodellabile per stampi che può anche essere riutilizzata per produrre altri stampi per il fimo, senza dover ricomprare i panetti. Usare l’oyumaru è semplice:

  •  Scaldare l’acqua a 80° circa, quindi poco prima che bolla;
  • Immergere lo stampino nell’acqua per 2-3 minuti, nel frattempo assicurarsi di avere l’oggetto da riprodurre con lo stampo sotto mano;
  • Togliere il panetto dall’acqua, facendo attenzione perché lo stampino si sarà surriscarldato, e schiacciare dentro l’oggetto preparato. Aspettare circa 2 minuti che si raffreddi e lo stampo per il fimo sarà pronto per l’utilizzo.

Quando non serve più quello stampo è possibile riimmergere la pasta oyumaru nell’acqua calda e rimodellarlo con un altro oggetto.

Creare gli stampi con la pasta Ruba-Forma

pasta Ruba Forma stampini FimoUn altro metodo per creare gli stampi per il fimo prevede l’utilizzo della pasta ruba-forma. La pasta ruba-forma viene venduta in due barattoli: uno contiene la resina e l’altro un agente catalizzatore. Le due sostanze presentano un colore diverso e vanno assolutamente tenute chiuse e separate fino al momento del loro utilizzo. Si preleva una porzione di pasta dello stesso volume da entrambe le confezioni e si mescolano fino ad ottenere una sostanza uniforme di colore rosa. Per amalgamare le due sostanze si possono utilizzare anche le mani, perché la pasta ruba-forma non è tossica. A questo punto, dopo aver ricoperto l’oggetto con lo stampo per il fimo da riprodurre, attendere 5 minuti che la pasta asciughi. Quando la pasta è secca togliere l’oggetto dall’interno e lo stampo è pronto per l’uso.

Gli stampi per il fimo sono ottimi soprattutto per la produzione di oggetti in fimo che devono essere uguali tra loro (per esempio per fare una collana). È consigliabile creare gli stampi a casa, in modo tale da poterli sempre riciclare per creare nuovi stampini. Tra i due è preferibile la pasta ruba-forma, che è decisamente più semplice da utilizzare e non è tossica.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *